Home  About  Contact  Credits  Links  Sitemap    Facebook  Twitter   Polls 


News 2004


Tributo ai Bee Gees nel film "Christmas in Love"
(06/12/2004)

Il tema conduttore del nuovo film di Natale della premiata ditta De Sica-Boldi, "Christmas in love" (regia di Neri Parenti, prodotto da Aurelio De Laurentiis), in uscita in 800 sale cinematografiche Italiane il prossimo 17 dicembre, sarà l'omonima canzone, eseguita dai Tree Gees, la tribute band Italiana dei Bee Gees formata da musicisti e session-man noti nella scena musicale nostrana.

I Tree Gees
I Tree Gees


La canzone, realizzata in pieno stile Gibb, è un importante e palese tributo ai Bee Gees, visto che di solito questo genere di film puntualmente si ritrova al top delle classifiche dei film più visti nel nostro paese.
La notizia della canzone è stata ufficialmente confermata dal leader dei Tree Gees, Alessandro Sammarini, mentre altre fonti ufficiose riportano la richiesta (non accettata pare per motivi di eccessivo costo dei relativi diritti d'autore) di utilizzare per il film alcune canzoni dei Bee Gees stessi.
Tra pochi giorni sarà disponibile un sample del brano, che sarà ovviamente inclusa nella colonna sonora del film, che sarà pubblicata su etichetta Sony.



I Bee Gees nella top 10 UK (08/11/2004)

Per la quarta volta consecutiva una raccolta di successi dei Bee Gees entra nella top 10 inglese.
Infatti dopo "The very best" (n.6), "One night only" (n.4) e "The Record" (n.5), centra il prestigioso obiettivo anche "Number Ones" (n.7), il greatest hits pubblicato in Europa (Italia inclusa) nella prima settimana di novembre.
Si tratta del sesto album consecutivo dei Bee Gees nella top 10 della classifica del secondo mercato mondiale, ed è un risultato davvero notevole, se si considera che questa raccolta esce soltanto dopo due anni da "The record" che in buona sostanza conteneva le stesse canzoni.

la copertina di Number Ones



Esistono due diverse versioni di "Number Ones": una dedicata al mercato inglese e giapponese ed una dedicato al mercato internazionale (Europa ed USA inclusi).
Ecco le playlist delle 2 versioni:

UK/Giappone:

1. Massachussetts
2. World
3. Words
4. I've Gotta Get A Message To You
5. I Started A Joke
6. Don't Forget To Remember
7. How Can You Mend A Broken Heart
8. Jive Talkin'
9. You Should Be Dancing
10. How Deep Is Your Love
11. Stayin' Alive
12. Night Fever
13. Too Much Heaven
14. Tragedy
15. More Than A Woman
16. Love You Inside Out
17. You Win Again
18. Man In The Middle (Bonus Track)
19. Islands In The Stream (New Version) (Bonus Track)
20. Immortality (Bonus Track)

Edizione internazionale:

1. Massachusetts
2. World
3. Words
4. I've Gotta Get A Message To You
5. I Started A Joke
6. Don't Forget To Remember
7. Lonely Days
8. How Can You Mend A Broken Heart
9. Jive Talkin'
10. You Should Be Dancing
11. Love So Right
12. How Deep Is Your Love
13. Stayin' Alive
14. Night Fever
15. Too Much Heaven
16. Tragedy
17. Love You Inside Out
18. You Win Again
19. Man In The Middle - (bonus track)

Negli USA l'album è accompagnato da un DVD bonus che include alcune canzoni proposte dai Bee Gees dal vivo durante la trasmissione inglese "An audience with". Le canzoni sono: "Massachusetts","How Can You Mend A Broken Heart", "How Deep Is Your Love", "Jive Talkin'", ed "I Started A Joke. Inoltre, acquistando l'album nella catena americana dei megastores "Target", si può ricevere una t-shirt rappresentante la copertina del CD.
Robin Gibb sta intensamente promuovendo l'album in Europa (UK, Olanda, Germania ed Austria) e fonti ufficiose parlano di apparizioni televisive in tutta Europa (Italia??).
Da segnalare, appunto in Italia, alcuni spot promozionali in onda su alcuni network TV e Radio.



Un grande Robin a Monaco (01/10/2004)



Monaco di Baviera, 25 settembre 2004, ore 8,55: Robin Gibb firma alcuni autografi prima del suo show


Una serata memorabile


Un Robin tutt'altro che spento ed un pubblico caldissimo, che nonostante alcuni rimproveri della security non esita a tributare a Robin varie standing ovations ed a ballare alzandosi dai (comodi) sediolini di una sala (ottima dal punto di vista acustico), forse abituata alla musica classica.
Il concerto è durato un'ora e 24 minuti (bis compresi).
La Philarmonie di Monaco era piena al 90-95 % (circa 3.000 spettatori).
Ecco la playlist ed una brevissima recensione dell'ottima esibizione di Robin.


1 "Emotion" (preceduta da una intro orchestrale, forse troppo condizionata dai coristi)
2 "I've gotta get a message to you" (una bella versione, un pò più veloce del solito)
3 "How deep is your love" (Buona, sicuramente ben cantata)
4 "Nights on Broadway" (Il buon Rob l'ha sempre amata e la esegue con molta potenza, ottimi i fiati)
5 "Love Hurts" (La voce c'è davvero ancora tutta, un momento molto intenso dello show)
6 "My Lover's Prayer" [con Allistair Griffin] (Qualche non grave sbavatura, nel complesso buona)
7 "Night Fever" (Se non fosse stato per i coristi un pò troppo...invadenti, sarebbe stata ottima: buona anche senza falsetto, l'audience si scalda e si inizia a ballare -- standing ovation--)
8 "NYMD 1941" (Una gran bella sorpresa: Robin ci invita a vedere se la riconosciamo: arrangiamento e ritmo aggressivo--davvero ottima-- il momento più originale dell'intero concerto, l' audience gradisce!)
9 "Please" (Un quasi duetto con Errol, uno dei coristi, presente anche nell'album: si poteva fare meglio, Rob!)
10 "Saved By The Bell" (Incredibile: il tempo si è fermato, la canta con la stessa potenza vocale di 30 anni fa!)
11 "To Love Somebody" (Gli sta "bene addosso", dunque la esegue con grande classe)
12 "Words" (Un'altra gradita sorpresa: una gran bella versione, con tanto di precisazione che di solito la canta Barry...)
13 "You Win Again" (L'energia c'è: si balla tutti in piedi, la versione è buona, e l'arrangiamento non fa rimpiangere l'originale)
14 "Juliet" (Apoteosi con tanto di semi-bis intonato dal pubblico: il momento più emozionante del concerto, tutti in piedi ad urlare)
15 "Tragedy" (Robin corona uno dei suoi sogni: cantare una delle sue canzoni preferite e nonostante l'abbiamo sentita 1000 volte in falsetto, la sua versione ci sta tutta)
I due "bis":
16 "Jive Talkin'" (Non me l'abbia a male, ma questo è il punto più debole dell'intera performance, ed anche l'arrangiamento troppo prosaico non lo aiuta)
17 "Stayin'Alive" (La canzone anche senza falsetto ha un suo perchè e Robin la canta con una buona dose di enfasi: ci può stare!)

In conclusione, forse l'unica vera pecca del concerto è che è durato troppo poco...



Un primo piano di Robin circa 10 minuti prima del concerto





Quella che poteva (e doveva) essere una delle foto più belle...
Invece ecco a voi un sorridente Robin Gibb ed un emozionatissimo Enzo Lo Piccolo fotografati pochi minuti prima del concerto da un altrettanto fantozziano fan tedesco (cmq grazie a lui anyway) che non aveva le idee molto chiare: AARGH!!!



Il futuro dell'incredibile Robin (19/09/2004)

Robin dal vivo a BonnRobin Gibb, che sta continuando il suo Magnetic Tour 2004 in Germania, e ieri si è esibito a Bonn (vedi foto), sta nel frattempo pianificando con grandissima determinazione il suo futuro artistico per i prossimi cinque anni.
Secondo quanto riportato dal management americano di Robin a Music Industry News Network, il grande Robin ha tantissimi piani ambiziosi, ma l'obiettivo principale è ricordare degnamente suo fratello Maurice.
Così un mega evento dal vivo in tributo a Maurice con l'esibizione di grandissime star si terrà nel 2005 e saranno realizzati vari TV specials per dare all'evento la giusta visibilità.
Nel confermare che il prossimo mese sarà pubblicata una compilation dei #1 dei Bee Gees, il management di Robin fa sapere che dopo la fine del Magnetic Tour, il nostro tornerà in studio per completare il suo nuovo album solista col noto produttore R&B Kenneth "Babyface" Edmonds.
L'album conterrà canzoni dei Bee Gees scelte da Robin e duettate con artisti "da classifica" della scena R&B USA e altre "sorprese".
Per tutti gli altri dettagli ecco il testo dell'articolo (prestissimo sarà tradotto in italiano):

-------------------------------------

"Bee Gee Robin Gibb Returns From A Self Imposed Hiatus"


“I have spent almost two years reconciling my personal life and determining my future. With a terrific team, I am looking forward to the many years to come and the outstanding projects we have in store, beginning almost immediately. I am very appreciative of the love, support and consideration that fans, business associates, and media have shown since Maurice’s passing.”

-Robin Gibb

FOR IMMEDIATE RELEASE:

(Los Angeles, September 16, 2004) -- Fortunately for millions of fans worldwide, music legend Robin Gibb has returned from his self-imposed hiatus after the untimely loss of his twin brother and fellow Bee Gee Maurice. Robin’s immediate plans include an extraordinary live tribute concert and worldwide television special, compilation and brand new recordings, and concert tours. The project spans over 5 years, and will re-introduce Robin and the Bee Gees to both past, present, and importantly the future.

Robin has just set off on the Magnetic Tour 2004 in Germany with the New Frankfurt Philharmonic, which is being taped by Eagle Vision for an upcoming DVD. Dr. Ralph Philipp Ziegler, Artistic Leader for the Philharmonic, is quoted as saying, “Having been chosen to team up with Robin Gibb fills us with great pride and we are extremely motivated, for Robin, and for our audience, to present this extraordinary event with the greatest enthusiasm.”

Next month, the ultimate compilation CD of some of the Bee Gees #1 songs will be released worldwide by Polydor.

Robin will return to the studio after the German dates to finish recording a new solo CD, produced by Kenneth “Babyface” Edmonds under Robin’s Magnet, Inc. production banner. The album will feature Bee Gees songs personally selected by Robin, and Babyface featuring chart topping contemporary vocalists including Jagged Edge, Black Eyed Peas, and a handful of the roster of Mathew Knowles’ new management division of Sanctuary Artist Management, as well as many outstanding surprises.

A limited Making Of non-scripted television series is planned to precede the release of the CD, which is anticipated for Fall ’05. An extensive World Tour will follow.

Perhaps the biggest project Robin is undertaking is a televised tribute concert for Maurice. Along with Maurice’s family, the Maurice Gibb Foundation and CG Management, comprised of long-time manager Ken Graydon, who continues to represent Robin in the UK and Europe, and well established British manager and publisher John Campbell, who has re-located to Los Angeles to set up an American operation and to represent Robin in the U.S., other international territories, Robin is preparing what promises to be the consummate star-studded, talent packed musical special event, a tribute to Maurice. It will take place in the United States in Spring ’05, and be broadcast on a U.S. television network and worldwide.
Robin a Bonn con l'orchestra
Babyface will be the music director of the show, which is sure to be a major musical event of 2005, attracting enormous worldwide interest. It’s worth noting, friends of the top selling trio are all coming out to remember Maurice. Charity foundation EIF is in talks to become seriously involved in the project.

“Maurice loved life,” said Robin, “And we want to celebrate his life and talent the best way we know how – through music.”




Il debutto del tour di Robin Gibb (18/09/2004)

Il primo dei concerti del "Magnetic Tour 2004" di Robin Gibb si è tenuto ieri a Stoccarda.
L'esibizione di Robin è durata circa un'ora, ed è stata apprezzatissima dai circa 2500 spettatori (tutto esaurito).
Ecco le canzoni che Robin ha eseguito:
Emotion
Message to you
How Deep is your love
Nights on Broadway
Love Hurts
My Lover's Prayer (con Allistair Griffin)
Night Fever
NYMD 1941
Please
Saved By The Bell
To Love Somebody
Words
You Win Again
Juliet
Tragedy
I "bis" sono stati:
Jive Talkin'
Stayin'Alive

I racconti dei fans parlano di una grande versione di NYMD 1941 e di Nights on Broadway.
Il tour di Robin proseguirà con le seguenti date:
18 Bonn
20 Francoforte
21 Berlino
22 Dresda
24 Brema
25 Monaco
26 Bamberg

"Bee Gees Italy" fornirà ulteriori news e foto, con l'aiuto dei fans Italiani che seguiranno il tour.



Barry & Cliff Richard (07/09/2004)

Il nuovo album di Cliff Richard, secondo la BBC, conterrà due nuove canzoni scritte da Barry Gibb specificatamente per il famoso cantante inglese.
L'album, che si intitola "Something's Going On", sarà pubblicato in UK il prossimo 1 novembre (ed in seguito in tutto il mondo).
Una delle due canzoni scritte da Barry inserite nel disco è sicuramente "I cannot give you my love", scritta insieme al figlio Ashley.
L'altra canzone dovrebbe essere "How many sleeps", scritta insieme all'amico David English.
Tuttavia questa seconda canzone non è inserita nella tracklist dell'album, reperibile in vari siti web ed nelle newsletter dedicate a Richard. Infatti sarà inserita come B-side del nuovo singolo di Cliff, "Somethin' Is Going On", che sarà pubblicato il prossimo 18 ottobre .
Da segnalare inoltre che il prossimo 17 ottobre viene pubblicato il DVD di Cliff Richard intitolato "Castle in the air", registrato dal vivo, che contiene "I cannot give you my love".



Robin dal vivo a Washington (06/07/2004)

Robin dal vivo a WashingtonRobin Gibb ha cantato dal vivo tre canzoni dei Bee Gees ("Jive Talkin'", "How deep is your love" e "Stayin'alive" durante il concerto "A Capital Fourth", che si è tenuto a Baltimore (Washington) il 4 luglio, in occasione delle celebrazioni per l'indipendenza degli Stati Uniti d'America. Accompagnato dalla National Symphony Orchestra e da tre coristi, Robin ha proposto tre insolite versioni delle celebri canzoni (tutte e tre numeri 1 in U.S.A.), ovviamente molto diverse da quelle originali cantate da Barry.
Le reazioni dei fans dei Bee Gees, registrate su vari mailing list e forum sparsi su internet, sono state a dire il vero molto contrastanti. Molti fans non hanno gradito soprattutto "Stayin'alive", ritenendo la versione di Robin inadeguata, anche per via della sua presenza sullo stage, non proprio "vivace" e quindi poco adatta alla celeberrima canzone molto "danzereccia".
Non è dello stesso avviso l'autorevole "Washington Post", che addirittura definisce l'esibizione di Robin uno dei pochi momenti "freschi" e memorabili dell'intero show, definendo Robin Gibb "l'unico performer dello show in grado di riportare la gente indietro nel tempo ai bei tempi delle loro vite."
La foto di Robin (ripresa a sua volta in diretta dallo schermo della TV), è tratta dal sito Ellanvallin .



Le ultime su Robin: live ad Hollywood e Washington, voci su nuovo album (30/06/2004)

Lo scorso 25 giugno Robin Gibb si è esibito al concerto in onore dei nuovi membri dell’ “Hollywood Bowl Hall of Fame” (che racchiude i più prestigiosi artisti che si sono esibiti al leggendario Holliwood Bowl , a Hollywood, L.A.). La serata era dedicata, fra gli altri, a Brian Wilson dei Beach Boys, in onore del quale Robin ha cantato “How deep is your love”. La performance, a sentire i commenti riportati su internet, seppure risultata inusuale senza le caratteristiche corali tipiche dei Bee Gees, è stata apprezzata dal pubblico presente. Robin si esibirà il prossimo 4 luglio a Baltimore (Washington) in occasione del tradizionale concerto in occasione dei festeggiamenti dell’Indipendenza USA (independence day). All’evento, chiamato “A Capital Fourth” , nel quale Robin canterà tre canzoni nel corso di un omaggio dedicato ai Bee Gees, saranno presenti la vedova ed i figli di Maurice Gibb. Robin ritornerà subito dopo in Inghilterra, dove preparerà e proverà con la sua band la playlist del suo tour in Germania del prossimo settembre. Nel frattempo si sono diffuse voci circa un suo nuovo album (da pubblicare, su etichetta “major,”questa volta in tutto il mondo, USA compresi). Il disco dovrebbe includere duetti con noti personaggi della scena musicale statunitense. Secondo queste voci (che vengono ritenute attendibili ed in pratica confermate semi-ufficialmente) l’album, che includerebbe covers e nuove canzoni, dovrebbe essere prodotto dal famoso produttore Kenneth 'Babyface' Edmonds, noto per le sue produzioni di successo per Mariah Carey, Whitney Houston, Toni Braxton e Boyz II Men.



Barry e Robin Gibb baronetti a Buckingham Palace (27/05/2004)

Questa mattina, durante una cerimonia privata svoltasi a Buckingham Palace, Barry e Robin Gibb hanno ricevuto il titolo di CBE ("Commander of thr British Empire") dalle mani del Principe di Galles, Carlo. Per Maurice Gibb, scomparso l'11 gennaio 2003, ha ricevuto il premio il figlio Adam.

Robin, Adam e Barry Gibb con le medaglie del CBE Quella ricevuta dai Gibb è la più importante onorificenza che può essere ricevuta da persone non appartententi a famiglie di nobili e simili, a parte il titolo di "sir".
Nonostante il grandissimo onore di essere proclamati baronetti, per i Gibb è stata ovviamente una giornata che ha evocato vari sentimenti, tra loro contrastanti.
Infatti la morte di Maurice Gibb ha reso questa cerimonia "agrodolce", come lo stesso Barry ha dichiarato in seguito.
Il CBE di Maurice è stato ritirato dal figlio Adam, che a stento è riuscito a trattenere le lacrime. La stessa cosa non è riuscita alla vedova di Maurice, Yvonne, che ha assistito alla cerimonia tra il pubblico.
"Se Maurice fosse qui con noi, se eravamo tutti e tre insieme, sarebbe stato magico", ha detto Barry.
"Era felicissimo di avere ricevuto questo titolo, non stava nella pelle. Per quanto stupido potesse essere, ogni volta che ci sentivamo ci salutavamo con "Buon giorno Comandante, e scoppiavamo a ridere". Se oggi fosse qui con noi sarebbe il più felice", ha continuato Barry. "Credo che non si sarebbe tolto il cappello", ha aggiunto Robin.
Il titolo di baronetti venne conferito ai Bee Gees (Barry, Robin e Maurice Gibb) nel 2002, ma per vari motivi la consegna delle onorificenze è stata posticipata.
La fobia di volare di Barry dopo la tragedia dell'11 settembre 2001 è stata una delle ragioni del ritardo della consegna del titolo, come lui stesso ha ammesso. "Ho dovuto lavorare tantissimo per superare questa fobia, è stata davvero dura", ha detto Barry.
Ancora una volta si è avuta una conferma sul "non futuro" dei Bee Gees come gruppo.
"Ora non siamo i Bee Gees, in rispetto di Mo. Forse è il momento giusto per un pò di volo libero. Forse ad un certo punto faremo qualcosa insieme", ha dichiarato Barry, che ha anche aggiunto che durante la cerimonia non sono mancati i momenti di ilarità. "Non mi scombini i miei capelli", ha detto Barry a Carlo quando il Reale gli ha sistemato la medaglia con la croce del CBE, provocando la risata di Carlo, di Robin e di Adam.

Barry scherza col principe mentre riceve la medaglia Barry ha aggiunto che il principe avrebbe voluto che l'orchestra suonasse la loro musica durante la cerimonia di consegna.



Tour con orchestra per Robin (20/05/2004)

Robin Gibb sarà in tour in Germania il prossimo settembre, accompagnato dalla New Frankfurt Philharmonic Orchestra.
Il tour si intitola "Magnetic Tour, an evening with the Bee Gees Music"
Alla data odierna sono stati confermate otto concerti (Città/Luogo di esibizione):
17/09/04 - Stuttgart/Liederhalle
18/09/04 - Bonn/Museumshof
20/09/04 - Frankfurt/Jahrhunderthalle
21/09/04 - Berlin/Tempodrom
22/09/04 - Dresden/Kulturpalast
24/09/04 - Bremen/Halle 7
25/09/04 - München/Philharmony
26/09/04 - Bamberg/Forum
Quasi tutti i luoghi dei concerti sono al coperto e hanno una capacità tra i 2000 e 3000 posti.
I biglietti hanno un costo che va dai 40 ai 80 euro e sono prenotabili online nei seguenti siti:
Attualmente non sono disponibili presso agenzie italiane, neanche online. Pare che alcuni biglietti saranno riservati agli iscritti ai fanclub ed al forum di robingibb.com, il sito ufficiale di Robin
Non ci sono molti dettagli sulla scaletta degli shows, anche se il titolo del tour lascia legittimamente pensare che si tratti di un misto tra canzoni dei Bee Gees e di Robin come solista.
Inoltre (si attende conferma) Robin dovrebbe cantare dal vivo almeno due canzoni a Washington il prossimo 4 luglio, in occasione del grande concerto per i festeggiamenti dell'Indepence Day. Il concerto, gratuito, chiamato "A Capitol Fourth", sarà trasmesso in diretta in USA.



Barry Gibb (finalmente) di nuovo in campo (14/05/2004)

Barry Gibb ha firmato con la UTA (United Talent Agency), un nuovo contratto riguardante varie aree artistiche (creazione di colonne sonore, performance dal vivo ed addirittura recitazione). La UTA è un agenzia di Hollywood che rappresenta grandi nomi del cinema (tra i quali Jim Carrey, Harrison Ford ed impotanti registi) ed ha al suo interno una divisione dedicata alla musica che rappresenta artisti come Celine Dione e Ricky Martin. Questo contratto è l'estensione di quello firmato da Barry alla fine dello scorso anno, riguardante i diritti di autore e di pubblicazione per quello che concerne le colonne sonore dei film delle major americane.
Barry sembra essersi ripreso dal torpore artistico e personale che ha seguito la morte di Maurice.
Infatti, dopo essersi esibito dal vivo (tra gennaio e febbraio), per benficenza, nel corso di tre shows riservati ai VIP di Miami (tra i quali il "Love and hope ball") ed avere acquistato una nuova fiammante e costosissima Lamborghini (bravo Barry compra Italiano!), ha lavorato per circa due mesi (marzo ed aprile) su nuove canzoni, con Alan Kendall, Hal Roland e George "Chocolate" Perry, ha firmato 2 canzoni che verranno incluse nel nuovo album di Sir Cliff Richard, in uscita in autunno. Le canzoni sono "How Many Sleeps" e "I Cannot Give You My Love". In entrambe Barry canta nei cori.
Recentemente Barry ha dato il consenso alla pubblicazione di un inedito dei Bee Gees, "Love is blind", da parte del gruppo australiano Human Nature.
La canzone è in effetti inclusa nell'album "Walk the tightrope" pubblicato in australia alla fine di aprile, che ha raggiunto la top 5 in australiana. Pare che gli Human Nature pubblicheranno l'album pure in Europa con "Love is blind" come singolo.
La canzone, che nel demo originale era cantata da Barry con l'ausilio del solo pianoforte, è una bella slow ballad. Dovrebbe essere incisa pure dal cantante australiano Col Joye.



Maurice Gibb Studio, Manchester, UK (12/05/2004)

L'intestazione dello studio dedicato a Maurice Barry e Robin Gibb hanno inaugurato uno studio di registrazione intitolato a Maurice Gibb alla Oakwood High School di Chorlton-cum-Hardy, il sobborgo di Manchester dove sono cresciuti e dove iniziarono a cantare. La scuola, nominata come centro di eccellenza per le arti esibitive, ha realizzato al suo interno un modernissimo studio di incisione. Gli insegnanti hanno contattato i Gibb all'inizio dell'anno chiedendo il permesso di intitolare lo studio alla memoria di Maurice.

Lacrime durante la cerimonia "Questo è per te, caro!" ha detto Barry trattenendo a stento le lacrime, premendo per la prima volta il bottone che apriva la sala di incisone.
Dopo una commovente cerimonia ed un tour dello studio, dei giovani performers hanno realizzato un medley dei più grandi successi dei Bee Gees in onore di Robin e Barry.
"Maurice sarebbe fiero e felice di quello che sta accadendo qui oggi", ha detto Robin.
Tutta l'area prospicente la scuola è stata letteralmente circondata dai fans per tutto il pomeriggio...



Buon giorno, Dr. Gibb (12/05/2004)

Una laurea "honoris causa" (ovviamente in musica) per i Bee Gees.
Barry e Robin Gibb (e Maurice, purtroppo postumamente) sono stati proclamati dottori in musica all'Università di Manchester, in Inghilterra, nel corso di una emozionante e per certi versi sorprendente cerimonia tenutasi questa mattina.

I dottori Barry e Robin Gibb "Per noi significa tanto, è tremendamente meraviglioso, Maurice ne sarebbe fiero. Ci sta guardando dal cielo, ha applaudito anche lui e scommetto che vorrebbe essere qui", ha dichiarato Barry.
"La gente che fa il nostro mestiere non si immagina lontanamente una cosa del genere. Ovviamente questa laurea non è dovuta alla nostra istruzione, è basata sui nostri dischi, sulla nostra musica e su quanto questo conta per la gente", ha continuato Barry.
Non sono mancati momenti di autentica isteria prima, durante e dopo la cerimonia, visto il gran numero di fans presenti all'evento. La cosa ha totalmente disorientato gli austeri accademici dell'Università di Manchester, ovviamente non abituati alla presenza (ed alla rumorosità) di tanta gente.
Robin e Barry, visibilmente commossi e contenti di una così calda accoglienza, hanno pazientemente firmato numerosissimi autografi ed hanno posato per varie foto indossando la toga (con relativo copricapo) del laureato.

Barry e Robin Gibb in toga

"La gente non è cambiata nei nostri confronti, questo è sicuro. E' ancora aperta, amichevole ed affettuosa con noi, è incredibile!" ha detto Barry tra un autografo e l'altro.
Barry ha inoltre detto che lui e Robin continueranno a scrivere musica e scherzando con i giornalisti ha detto: "Dr. Gibb. Ora posso scrivere le prescrizioni!"



Robin canta per John Travolta (15/02/2004)

Robin Gibb ha cantato dal vivo “How deep is your love” alla festa per il 50° compleanno di John Travolta, che si è svolta l’11 gennaio al “One & Only Pamilla resort” in Messico. La moglie di Travolta, Kelly Preston, ha organizzato un party a sorpresa in onore del celebre marito, nel quale, oltre a Robin, erano presenti numerosissimi ospiti, come Quincy Jones, Tony Bennett, Barbra Streisand, Tom Cruise, Sylvester Stallone, Meg Ryan, Robin Williams, Adam Sandler e Dan Aykroyd. Tra i momenti memorabili della festa proprio l’esibizione di Robin, anche perché il party ha ripercorso (appunto con la partecipazione dei vari ospiti) le varie fasi della carriera di Travolta.



Il singolo di Robin al #5 in UK (08/01/2004)

“My lover’s prayer”, il duetto di Robin Gibb e Allistair Griffin, debutta al numero 5 della chart dei singoli in Inghilterra. Nonostante l’alta posizione, per Griffin e Robin è una parziale delusione, visto che il singolo era stato pronosticato come un probabile # 1. Ma a quanto pare la “concorrenza” con l’altra canzone inclusa nel singolo “Bring it on” di Griffin, ha disperso le preferenze radiofoniche tra le due canzoni, abbassando quindi la percentuale dei punti destinati alle richieste radio, che nel sistema delle charts inglesi ha un’importanza pari a quella delle vendite. A proposito: “My lover’s prayer” pare abbia battuto nelle richieste “Bring it on”…




 
 





Nuovo DVD con interviste inedite a Barry e Robin
Bee Gees -"In our own time" - DVD


Bee Gees Italy © 1998-2017 Enzo Lo Piccolo